DATA
15/03/2011

FATTO

M.M. veniva condannato in contumacia per il delitto di ricettazione. Il precedente difensore proponeva appello. A questo punto veniva nominato l’Avv. Daniel Giudice che presentava memoria difensiva in cui si eccepivano una serie di vizi formali relativi alla notifica all’imputato degli atti di primo grado. La Corte di Appello accoglieva le eccezioni e annullava la sentenza del Tribunale con rinvio del fascicolo per il nuovo processo. Nel frattempo però maturava la prescrizione del reato.